MOTODAYS 2013 A ROMA

IMG_2264
COMUNICATO UFFICIALE

MOTODAYS 2013 SULLA GRIGLIA DI PARTENZA
Novità da ammirare, moto e scooter da provare, viaggi da organizzare e il futuro “green” delle due ruote tutto da scoprire. Queste sono solo alcune delle tante proposte di Motodays 2013. Il Salone Moto e Scooter del Centro-Sud Italia, in programma dal 7 al 10 marzo alla Fiera di Roma, è giunto alla sua quinta edizione e sta diventando sempre
di più la vera “festa capitolina” delle due ruote.
DA VEDERE
Confermate anche per il 2013 le presenze di tutte le maggiori Case Costruttici. Motodays sarà l’occasione per chi abita al Centro-Sud di vedere e toccare con mano le novità del mercato moto e scooter delle due ruote: oltre alle sportive, alle naked scarenate e le fuoristrada, quest’anno grande attenzione sarà rivolta a due segmenti in crescita alla voce “acquisti”, ovvero le maxi-enduro turistiche e le affascinanti cafe racer. Tanti anche i Marchi di accessori
abbigliamento e parti speciali, pronti a presentare nei loro stand le novità più interessanti dei cataloghi 2013.
DA PROVARE
Dopo il grande successo del 2012, saranno replicate e aumentate le aree prova: è una delle carte vincenti di Motodays sia per gli ampi spazi a disposizione sia per il periodo climatico solitamente favorevole della manifestazione: dopo aver fotografato la moto o lo scooter dei sogni in occasione dei Saloni europei invernali, gli appassionati avranno la possibilità di indossare casco e giacca e di salire in sella ai nuovi prodotti per sciogliere gli ultimi dubbi prima di un acquisto o semplicemente per togliersi uno “sfizio”. Tre le offerte: le classiche aree-prova allestite dalle Case accanto ai padiglioni, la divertente pista oppure i percorsi “open door”, gite di circa 40 chilometri lungo il litorale laziale con prenotazione, partenza e arrivo da Motodays.
TURISTA, BIKER, GREEN O “VECCHIA SCUOLA”: CHE MOTOCICLISTA SEI?
Anche quest’anno saranno protagoniste le quattro aree che hanno caratterizzato con successo le edizioni passate.
“Days on the Road” si conferma il punto di ritrovo preferito degli amanti dei viaggi e delle gite fuoriporta, che potranno trovare spunti interessanti per le prossime avventure su due ruote incontrando esperti del settore e protagonisti di grandi raid. Motodays sarà anche “biker” con il padiglione dedicato alle moto custom e alle cromature: bike show, contest riservati agli artisti e grandi eventi a tema faranno parte del programma dell’area “Kromature” che quest’anno darà spazio anche alle personalissime cafe racer. Ancora più grande e ricca sarà l’area dedicata ai mezzi ecologici, che tanto interesse hanno suscitato a Motodays già nel 2012 e che sono sempre più considerati sia dai Costruttori noti che dalle aziende emergenti, coinvolti nello sviluppo delle due ruote rispettose dell’ambiente. Per i motociclisti “old school” non mancherà l’area Motodays Vintage riservata alle moto d’epoca:
protagonisti dell’edizione 2013 saranno “50 Cinquantini” che hanno fatto sognare tante generazioni di ragazzi di una volta e poi memorabilia, oggettistica e parti di ricambio della Mostra Mercato.
SPETTACOLI E APPUNTAMENTI
Oltre alle aree prova, negli spazi esterni sono attese le evoluzioni di alcuni dei più bravi “funamboli” delle due ruote, pronti ad entusiasmare come ogni anno i visitatori del Salone: sulla scena si alterneranno stunt e piloti di livello mondiale, che utilizzeranno i mezzi più conosciuti per regalare al pubblico spettacoli al limite della fisica. Il palco principale, posizionato invece all’interno dei padiglioni, sarà la piazza degli incontri con i campioni delle due ruote (tanti i piloti Superbike e MotoGp che ogni anno arrivano in Fiera per ricevere l’abbraccio dei tifosi) e delle premiazioni.
Motodays 2013 è sulla griglia di partenza!

Annunci

NIGHT DRAGON TOUR 2012, il viaggio degli MPM

Nell’intento di testare e pubblicizzare nel modo migliore i loro nuovi pneumatici, i “Night Dragon”, la Pirelli ha organizzato un mostruoso tour de force che ha preso il via il 9 maggio da Venezia fino a Grad, poi fino a Timisoara, ulteriore tappa da Timisoara (in Romania) a Bucarest, da Bucarest a Sofia in Bulgaria e infine un ultima tappa sino a Istanbul sul Bosforo. La Pirelli ha decisamente puntato i suoi obbiettivi di ampliamento del mercato verso il mondo custom ed ha cercato di sviluppare degli pneumatici che offrano sia il massimo del grip, nelle partenze e accelerazioni, sia la stabilità e la durata nel tempo. Per questo si sono concentrati – oltre che sulle mescole – sullo studio degli intagli del battistrada, con molta gomma a contatto con il suolo e gli intagli posizionati nella maniera migliore, garantendo anche un adeguato scorrimento verso l’esterno dell’acqua in caso di pioggia e bisogna ben dire che di pioggia i bikers intervenuti al viaggio ne hanno vista parecchia.  Decisamente le condizioni metereologiche sono state mutevoli per tutto il tempo, cosa che ha offerto la possibilità, unita allo stato del fondo stradale, in molti paesi certo non ideale, di fare dei test validi sulla rispondenza degli pneumatici al loro utilizzo. Alla fine i “Night Dragon” hanno dimostrato tutto il loro intrinseco valore: interessante anche sapere che la struttura è composta da tre strati di polyestere che elimina l’elasticità guadagnando in capacità di assorbire gli urti e le sconnessioni, e le frenate improvvise, e da due strati di nylon a vantaggio di una distribuzione ottimale della pressione . Studiati per il mondo custom, non potevano che venir montati su strepitose Harley Davidson e la colonna dei bikers ha lasciato la sua traccia per oltre tremila chilometri. Al “Night Dragon Tour” hanno partecipato i vertici degli MPM Roma Club, e infatti nelle foto potete vedere il nostro presidente e il vicepresidente , che abbiamo ritrovato fotografati anche nel bell’articolo uscito in questi giorni sul nuovo numero della rivista Bikers Life. 17 diverse Harley , frequentemente scambiate tra i bikers al fine di testare anche i diversi stili di guida, hanno portato il gruppo in paesi meravigliosi, strade panoramiche e città povere e prive di motociclisti, offrendo tutt’insieme uno spaccato del mondo reale come a volte neanche viene immaginato da certe realtà bikers, o supposte tali, che anziché preoccuparsi di far crescere quella che definirei la mistica del nostro mondo (aiuto reciproco, fratellanza, rispetto, pace, gioia di vivere) sembrano più preoccupate delle loro beghe da pianerottolo su quale Mc sia più forte o più tosto, o chi abbia più membri, o chi più potere commerciale. Cosa che sta facendo assumere – spesso, purtroppo – al mondo della custom culture una sembianza di macchietta da cabaret. I fratelli MPM hanno portato i colori in ogni dove, dal castello di Dracula in Transylvania sino all’hotel Carol Parc di Bucarest, che ospitava il quartier generale del KGB e facendosi ben valere attraverso due continenti. Al prossimo tour, e sempre in sella, col vento in faccia, con i Fratelli a fianco, con forza e con ardore. Ad ogni nuovo appuntamento che la vita ci offrirà, gli MPM risponderanno col rombo dei loro motori…